Le mani sporche del Consiglio Federale

Tema: Economia
Data: Giungo 2018
Di: Amic* della RRN

223’000 in quattro anni, più di 400’000 ad oggi, 215’300 fra il 2011 e il 2015, queste enormi cifre non sono espresse in franchi svizzeri, ma per qualcuno possono comunque rappresentare cifre d’affari. Questi numeri sono una stima dei morti nei conflitti civili in corso in Iraq, Somalia e Siria. Cifre d’affari, appunto, per le aziende svizzere di materiale militare, che, grazie al sostegno del ticinese Ignazio Cassis, sono riuscite a spostare l’ago della bilancia in seno al Consiglio Federale e far allentare le normative sull’export di armi nei paesi in conflitto. Questa modifica fortemente sostenuta dal lobbista Cassis, in stretta collaborazione con il suo omologo Schneider-Amman, permette quindi alle aziende presenti nel nostro territorio di commerciare con paesi che subiscono oggigiorno dei conflitti armati interni. Continue reading Le mani sporche del Consiglio Federale →

Il ritorno dei pirati: Giornata di sciopero sul maggiore

Tema: Lavoro e Lotta
Data: 03/07/2018
Di: RRN

Era prevedibile: Quando si ha a che fare con la privatizzazione le cose non vanno mai a favore dei lavoratori. Dopo venti giorni di sciopero l’estate scorsa – sciopero che aveva goduto di forte solidarietà da parte della popolazione – si era raggiunto tramite i sindacati un accordo con il Consiglio di Stato. Questo si sarebbe impegnato a versare alla “Società Navigazione Lugano” – che ha preso a carico la “Società Navigazione Lago Maggiore” – oltre 200’000 franchi per coprire la differenzia salariale dei lavoratori sul Maggiore, visto che i salari recepiti dai colleghi di Lugano sono del circa 15% più bassi. Ciò sarebbe durato fino alle trattative per un nuovo Contratto Collettivo. I 17 lavoratori rimasti – erano 34 l’anno scorso – non sono però per niente contenti su come si stia discutendo il nuovo contratto, e hanno indetto oggi (martedì) una giornata di sciopero di avvertimento. Continue reading Il ritorno dei pirati: Giornata di sciopero sul maggiore →

Traduzione: Comunicato festa alla piazzetta del Denner contro riqualificazione e dislocazione

Tema: Lotta per la Città
Data: 01/07/2018
Tradotto da: barrikade.info

Oggi abbiamo occupato la piazza di fronte al Denner in Langstrasse sotto il motto “solidarizzare, organizzare, lottare! Restiamo tutt*!” e organizzato una festa contro la riqualificazione e la dislocazione nel Kreis 5 e nel resto della città. Accanto a griglia, bar e musica è stata fatta informazione e si è discusso sui differenti volti della riqualificazione urbana. Si è parlato, tra le altre cose, della Immobilienkultur Zürich AG nel Kreis 4, della pseudo-concentrazione dello spazio abitativo, della riqualificazione intorno alla Rosengartenstrasse, della “greengentrification” nei pressi della Idaplatz. Il punto chiave della festa è stato il “battesimo” della piazza. Con l’esposizione del nuovo cartello abbiamo posto un simbolo per la resistenza solidale e combattiva contro lo sviluppo capitalista della città. Dall’allora “Denner-Platz” è diventata “Piazza Rimaniamo tutt*”. Ulteriori informazioni: wir-bleiben-alle.ch

Il Kreis 5 è cambiato fortemente negli ultimi anni. L’allora Industriequartier, considerato a lungo dai player-capitalisti quale non-attrattivo e non-redditizio, è stato riscoperto da un paio d’anni. In breve tempo questo deserto è diventato un conteso paradiso degli investimenti per i profittatori dell’attuale battaglia immobiliare. Gli archi del Viadukt o la Prime Tower ci mostrano chiaramente che tipo di persone sono desiderate in questo Kreis, ovvero affittuari* e proprietari* benestanti. Continue reading Traduzione: Comunicato festa alla piazzetta del Denner contro riqualificazione e dislocazione →

Zurigo: Festa-incontro contro la gentrificazione nel Kreis 5

Tema: Lotta per la città
Data: 30/06/2018
Di: RRN

La lotta contro la gentrificazione e la riqualificazione urbana a Zurigo continua. Dopo il primo congresso contro lo sviluppo capitalista della città avuto luogo a maggio dello scorso anno e la manifestazione in novembre, il tema resta sempre attuale. Sabato 30 giugno, per rinnovare l’attenzione sulla tematica, è stata occupata la piazzetta di fronte al Denner in Josefstrasse nel Kreis 5. Gli organizzatori hanno allestito un baretto, tavoli, griglia, decorazioni varie e del materiale informativo sulla riqualificazione urbana specificatamente riferito al fenomeno nel Kreis 5 (quartieri: Industrie, Gewerbe-Schule, una parte della Langstrasse, Escher Wyss). Molte le persone a passare a dare un’occhiata durante l’arco della giornata. L’evento infatti, iniziato alle 14, è durato fino in serata verso le 19.

I fenomeni della gentrificazione e della riqualificazione urbana caratterizzano lo sviluppo capitalista delle città. Questi processi obbligano le fasce popolari a dover’ sloggiare dal centro e a “migrare” nelle periferie non potendosi più permettere gli affitti nei quartieri centrali – dove hanno vissuto fin’ ora – aumentati dalla riqualificazione. Continue reading Zurigo: Festa-incontro contro la gentrificazione nel Kreis 5 →

Zurigo si colora di rosso: Accors* a migliaia per rimandare al mittente le pretese del padronato

Tema: Lavoro e Lotta
Data: 23/06/2018
Di: RRN

(La manifestazione partita da Central – Foto: RRN)

In più di 18’000 oggi a Zurigo per partecipare alla manifestazione de* lavorat* edili contro l’ennesimo attacco del padronato (Società Svizzera impresari costruttori) alle condizioni di lavoro sui cantieri. Il lunghissimo corteo ha sfilato per il cuore della città scandendo slogan e canti. I lavoratori e le lavoratrici – accompagnat* dai sindacati Unia e di Travail Suisse – giunti dalle diverse regioni della Svizzera, hanno mandato un chiaro messaggio a chi, oltre a lucrare sulle loro spalle, pretende di aumentare la produttività, riducendo la paga e di volerli far lavorare fino alla tomba. Le dinamiche nell’ambito immobiliare in Svizzera seguono una linea chiara, come si legge nel comunicato del Partito Operaio Popolare: “Nel paese dove la borghesia globale ha scelto di depositare oltre il 30% di tutti i suoi capitali privati in circolazione, vi è conflitto sociale, e si esprime dove lo sfruttamento è più evidente.”, sulle spalle di chi costruisce materialmente le città, rispettivamente i centri del capitalismo. Il padronato nelle sue rivendicazioni attacca il diritto al prepensionamento ai 60 anni, una delle conquiste più importanti del movimento operaio in Svizzera, oggi minacciato concretamente. Continue reading Zurigo si colora di rosso: Accors* a migliaia per rimandare al mittente le pretese del padronato →

14 GIUGNO: C’È POCO DA BRINDARE E TANTO DA LOTTARE!

Tema: Femminismo
Data: Giugno 2018
Di: “Una Donna in Lotta” – Apparso su: “Io lotto ogni giorno – Ticino

“Sono passati 27 anni dallo sciopero delle donne e – nonostante l’introduzione delle Legge sulla parità, l’introduzione del congedo di maternità e del diritto all’aborto – noi donne continuiamo ad essere considerate cittadini di serie B.

C’è poco da brindare davanti a buste paga sempre più basse, davanti a pensioni che non ci permettono di vivere dignitosamente, davanti a montagne di piatti da lavare, panni da stirare e pavimenti da pulire. C’è poco da brindare quando i tagli allo Stato sociale ci costringono a fare i salti mortali per occuparci di figli, figlie, genitori e parenti bisognosi di cure, nell’impossibile tentativo di conciliare lavoro (mal)retribuito e lavoro non retribuito. Continue reading 14 GIUGNO: C’È POCO DA BRINDARE E TANTO DA LOTTARE! →

Niente regole più severe contro le occupazioni nel Canton Zurigo

Tema: Occupazione
Data: 11/06/2018
Tradotto dal Neue Zürcher Zeitung

Un attacco borghese alla politica del municipio zurighese nell’ambito degli sgomberi delle occupazioni è fallito in Gran Consiglio. Il parlamento ha respinto in maniera chiara un’iniziativa secondo la quale la polizia dovrebbe sgomberare un’occupazione entro 48 ore.

Il Gran Consiglio non vuole nessun termine nella legge di polizia nell’ambito dello sgombero di case occupate. Lunedì (11.06) il parlamento zurighese ha respinto dunque una mozione dell’UDC e del PLR dopo un dibattito emotivo. I partiti avevano depositato la suddetta mozione nell’autunno del 2016 dopo le molte querele contro la Koch-Areal (grossa occupazione ad Albisrieden). I partiti in questione esigevano l’intervento della polizia entro 48 ore dalla denuncia de* proprietar*.

Nel corso della discussione, la promotrice della mozione, Nina Fehr Düsel (UDC), e il promotore Roland Scheck (UDC) attaccano il municipio zurighese. Oggi, per chi occupa le case, sono state storte delle leggi, ha detto Scheck con un’occhiata al foglio degli appunti sul tema sgomberi fornito dalla città. “In qualsiasi repubblica di banane si interviene in caso di violazione di proprietà privata, solo la Zurigo rosso-verde si permette una politica clientelare e di carattere disgustoso.” ha detto Fehr Düsel, il tempo del chiudere gli occhi e della falsa tolleranza deve avere una fine. Continue reading Niente regole più severe contro le occupazioni nel Canton Zurigo →